Abbiamo elencato per voi il TOP del bellissimo paesaggio della Nuova Zelanda.

Milford sound

Milford Sound è un fiordo situato nel sud-ovest dell’Isola meridionale e fa parte del Parco Nazionale di Fiordland. È un pezzo di natura meravigliosa, una perla nella corona delle bellezze di questo paese. I visitatori del fiordo possono ammirare le baie, le cascate, le ripide scogliere e il picco appuntito del Mitre Peak, che sorge direttamente dall’acqua. La gente del posto consiglia di acquistare una escursione in barca, perché i panorami da essa sono bellissimi e impressionanti.

Il Parco Nazionale di Fiordland è il più grande parco nazionale della Nuova Zelanda. Tutto qui è verde: foreste, muschi, felci e persino l’acqua dei laghi. Il centro locale è la città di Te Anau, dove nel centro turistico è possibile ottenere molte informazioni sui trekking che conducono attraverso foreste profonde e pendii montuosi.

Bay of Islands

Bay of Islands - in italianao la baia delle isole - si trova sulla punta del nord dell’Isola settentrionale. È un posto, dove ci sono bellissime spiagge piene di luci del sole e caldissime dune di sabbia. Ai viaggiatori qui si propone un meraviglioso rilassamento: potete galleggiare tra le onde, osservare l’alta marea che porta porta via il sabbia bagnata per riportarla indietro reallizando altre creazioni interessanti. Un’altra opzione è esplorare tutti i luoghi circostanti, ci sono ad esempio, le città di Russell e Paihia. E poiché si trattta di una baia di isole, i turisti possono imbarcarsi su una barca e visitare qualche isola.

Sulle orme del Signore degli Anelli

Chi vuole seguire le orme delle riprese del Signore degli Anelli, dovrebbe attraversare quasi tutta la Nuova Zelanda, il paese, che i produttori cinematografici hanno trasformato nella Terra di Mezzo. Le località scelte, con l’aiuto di tecnici e truccatori sono state pefezionate, in modo che il paesaggio corrispondesse allo scenario. E dove sono state fatte le riprese? Ovviamente molte scene sono state riprese a Hobbiton, altre poi nel Parco Nazionale del Tongariro e diverse sui laghi e le montagne dell’Isola meridionale. La magia del paesaggio è stata usata ovunque, con i scenari in cui risalta lo specchio d’acqua, montagne scoscese e prati.

Hobbiton

Da un allevamento di pecore nel mezzo dell’Isola settentrionale, tra Hamilton e Tuaranga, a circa 100 km a nord da Rotorua, i produttori cinematografici hanno creato un magnete per molti appassionati del Signore degli Anelli e Lo Hobbit. Qui, i visitatori possono essere trascinati direttamente nel trama e ritrovarsi nello scenario del film La Terra di Mezzo. Potendo scegliere tra una serie di tour e camminare attraverso luoghi attraenti, che ricordano dai film. Questi includono, ad esempio, la tana degli hobbit, la locanda del Drago Verde e in fin dei conti tutto il terittorio con delle vedute spettacolari. Durante il tour, le guide raccontano loro le storie accadute durante le riprese. E la sera, quando si fa il buio, i tour sono molto più interessanti e i visitatori sono molto più vicini all’atmosfera, che fino ad ora hanno visto solo sullo schermo.

CONSIGLI

Hobbiton è tanto richiesto, il luogo è spesso molto affollato. Pertanto, si consiglia di prenotare un tour in anticipo.

White Island

White Island è un’isola con il vulcano attivo, che si trova di fronte alla Bay of Plenty. Nel 2019 il vulcano infuriava, nel gennaio 2020 si poteva vedere del fumo uscire dal suo esofago. Sull’isola si organizzano delle gite in barca e chi è interessato, può anche prenotare un volo panoramico.

I visitatori dell’isola riceveranno dei caschi e con una guida attraverseranno il cratere. Possono esservare le fumarole e getti di vapore, sorgenti vulcaniche roventi e pozzi di fango bollente. Ovunque vedranno lo zolfo, che colora tutto di giallo e arancione

NP Tongariro

Il parco nazionale è uno dei luoghi più visitati dell’Isola del Nord. L’attrazione principale sono i vulcani, il più alto dei quali è il Monte. Ruapehu / Tahurangi (2.797 m sul livello del mare). Accanto ad esso puoi vedere l’enorme cratere del vulcano Ngauruhoe e, naturalmente, il Monte. Tongariro. Secondo lei, prende il nome anche il famoso trekking Tongariro Alpine Crossing, lungo 20 km. Si consiglia a tutti coloro che sono solo un po ‘più in forma di attraversare la vetta vulcanica con un dislivello di circa 1200 metri. Si parte dal parcheggio Mangatepopo, che si trova a est di Pukekaikiore. Tuttavia, puoi parcheggiare lì solo per un massimo di 4 ore, quindi chi è interessato al trekking viene portato qui con i taxi dei singoli hotel e città che si trovano nelle vicinanze. È quindi ottimale prenotare in anticipo non solo l’arrivo alla partenza, ma anche il trasporto dalla finale, dal quale i turisti non otterrebbero altrimenti. I visitatori saliranno prima sulle pendici del Ngauruhoe e poi viaggeranno lungo l’altopiano attraverso il cratere rosso fino a due laghi di zolfo. E poi continua a scendere lungo le serpentine. Tra cespugli bassi e spesso al sole. I panorami sono fantastici, ma la discesa è quasi più faticosa dell’impegnativa salita. Poiché è un percorso popolare, spesso cade in folle, sia su che giù. Nessuno compra nulla lungo la strada, ma ci sono molti bagni mobili. Se non vuoi andare, puoi prenotare un volo su tutta l’area. E se hai più tempo, puoi provare il trekking di 6 giorni Round the Mountain, che corre intorno al Monte Ruapehu.

Vulcano Taranaki

Taranaki è un bellissimo vulcano solitario con un cono regolare, alto 2518 metri, che domina la punta occidentale dell’Isola del Nord. Con il bel tempo può essere visto non solo dalla costa, ma anche da luoghi lontani. È anche una delle montagne più visitate della Nuova Zelanda. Non solo per la bellezza della montagna e per la possibilità che dall’alto vedrai l’isola nel palmo della tua mano, ma anche perché la salita in cima può essere gestita in un giorno. Un altro attributo del luogo è il fatto che la montagna è sacra ai Maori, i loro capi furono sepolti qui.

La cima del vulcano è raggiungibile da più lati, ma solo un sentiero è accessibile ai turisti. A chi è interessato all’arrampicata si consiglia di indossare abiti caldi e impermeabili, poiché al piano di sopra c’è ghiaccio e brina. Il picco è nevoso tutto l’anno, rispettivamente. è coperto di ghiaccio. La montagna è uno dei luoghi dove piove di più in Nuova Zelanda. I partecipanti all’uscita devono anche anticipare i repentini cambiamenti meteorologici, che potrebbero costringerli a tornare alla base. La montagna è il centro del Parco Nazionale di Egmont.

Parco nazionale Abel Tasman

Il Parco Nazionale Abel Tasman si trova a Golden Bay, nel nord dell’Isola del Sud. A differenza di altri NP, i turisti non devono superare grandi elevazioni, i sentieri conducono lungo la pianura ondulata lungo la bellissima costa. Cosa si può vedere qui? Lunghe spiagge sabbiose, bellissimo mare blu e la macchia originale. Se il passeggero sceglie uno dei trekking offerti, può scegliere tra diverse opzioni: basta camminare, prendere un taxi acqueo e tornare a piedi lungo la costa o utilizzare solo il corso d’acqua. Agli interessati viene offerto anche il kayak o la vela. L’intero percorso a piedi è lungo 51 km. Conduce lungo marciapiedi in legno, sentieri battuti lungo la costa o. lungo alcune baie. I visitatori possono ammirare splendide viste sulle spiagge e sulle baie. In alcuni punti del trekking sono previste delle soste, dove è possibile deviare dalla strada nella boscaglia e percorrere il sentiero segnalato in mezzo alla ricca vegetazione e rilassarsi al suono degli uccelli e degli insetti locali. E a cosa fare attenzione? Soprattutto con l’alta marea. Alcune sezioni del percorso sono allagate con l’alta marea ei passeggeri devono attendere la bassa marea o l’acqua.

Lake Tekapo

Tekapo è un lago glaciale che si trova sull’Isola del Sud, a circa 100 km a sud di Christchurch. La sua superficie è di 87 km2, il livello dell’acqua è di 713 m Il lago è alimentato da diversi fiumi, il più grande affluente è dal fiume Godley, che ha origine nelle Alpi meridionali. L’acqua del lago è turchese, se visto da nord, si possono vedere le cime innevate delle Alpi meridionali dietro di esso, che attira i fotografi per immortalare la vista dell’acqua e delle montagne. Soprattutto quando mescolano i prati circostanti, pieni di fiori. Nel sud del lago la città di Lake Tekapo.

Arthur´s Pass National Park

Arthur’s Pass National Park si trova nel mezzo dell’Isola del Sud. Al centro si trova l’omonimo villaggio. Il parco è una meta ambita dai turisti, che sono attratti dalle passeggiate guidate dalla boscaglia nelle valli e lungo le pendici delle cime delle montagne. Raggiungono un’altezza di 2000 M. Tuttavia, puoi solo fermarti qui, parcheggiare il tuo veicolo sulla strada da Christchurch a Greymouth e camminare sui marciapiedi, percepire e assorbire l’atmosfera di una natura incontaminata con tutti i tuoi sensi. Il NP è molto grande, quindi la maggior parte dei visitatori ne vedrà solo una piccola parte. E chi poi prosegue verso ovest fino al Mar di Tasman, può fermarsi al Lago Brunner.

Auckland

Auckland si trova sull’Isola del Nord ed è la città più grande della Nuova Zelanda. Oltre 1,6 milioni di persone vivono nell’intero agglomerato. Molti dicono che sia un grande villaggio gestito da autostrade. Questo perché la stragrande maggioranza degli edifici è bassa, il paese non sta costruendo molte case alte a causa di vulcani e terremoti. L’edificio più alto di Auckland è la Sky Tower, che domina la città. E qualsiasi altra trazione? Si consiglia ai visitatori di visitare il porto di Queens Wharf, camminare lungo la strada principale di Queen Street, visitare il mercato del pesce, raggiungere a piedi il vulcano locale più alto, il Monte. Eden, dove gocciola un cratere verde profondo 50 metri, puoi anche andare sulla costa e fare il bagno. La gente del posto consiglia Mission Bay nella parte settentrionale della città o Takapuna Beach, che si trova di fronte all’isola di Rongitoto.

Auckland non è solo un moderno centro economico, è anche una città di scuole e università. Oltre alla gente del posto, studia qui un gran numero di stranieri, per lo più cinesi.

Coromandel

Coromandel è una penisola situata sulla punta nord-orientale dell’Isola del Nord. Il parco nazionale con lo stesso nome copre la maggior parte della penisola. Molte sono le attrazioni che attirano visitatori da tutto il mondo. Perché lo è? La penisola è molto montuosa, raggiungere la sua vetta significa attraversare centinaia di serpentine su e giù. La ricompensa, tuttavia, è una bellissima natura originale, bellissime coste rocciose e viste sul mare blu.

I visitatori vengono qui per visitare Cathedral Cove, Hot Water Beach e altre caratteristiche naturali. Tuttavia, li attende la straordinaria atmosfera delle città di Coromandel e Whitiang.

Cathedral Cove è una roccia che ricorda un cancello. Qui si entra in una bellissima spiaggia, che è delimitata da una roccia alta e ripida e da cui si ha una vista del mare calmo, in cui ci sono molte piccole isole, piuttosto rocce che rompono le onde dell’oceano, quindi quando si entra in acqua, le increspature ti fanno oscillare così facilmente . Cathedral Cove è raggiungibile a piedi dal parcheggio di Hahei Beach o in barca.

Hot Water Beach è una spiaggia sulle rive della penisola, ma offre anche la possibilità di scaldare il corpo in acqua calda, anche se fuori fa freddo. Ci sono sorgenti termali sotto la spiaggia, quindi dopo la bassa marea, i visitatori scavano ampie piscine nella sabbia, che presto saranno riempite di acqua calda. Dal basso sgorga acqua termale calda, spesso è troppo calda. Pertanto, è bene raffreddarlo con acqua di mare.

A prima vista, la città di Coromandel ricorda una tipica città del West americano, dove regna uno sceriffo e presto passa un’orda di cowboy. È Whitiang, è qualcos’altro. Città solida e moderna con bellissime ville, separata dalla spiaggia cittadina da un viale di palme. Ci sono molti negozi e un grande centro commerciale. In città incontrerai tantissimi stranieri, che riconoscerai subito, perché, a differenza della gente del posto, normalmente indossano scarpe. La gente del posto va spesso qui a piedi nudi o con gli stivali.

Kaikoura

Kaikoura è un villaggio costiero più grande situato sulla costa orientale dell’Isola del Sud. Si estende sotto maestose montagne, raggiungendo quasi i 3000 m. La più grande attrazione è il trekking intorno alla penisola - Kaikoura Coast Track. In circa 12 km, i visitatori camminano lungo la riva del mare, salgono ripide scogliere e continuano lungo l’altopiano. Ovunque possono osservare il cielo azzurro, la risacca e gli stormi di gabbiani. Sugli scogli in mare è possibile vedere le foche, poiché in uno dei pochi posti al mondo si possono osservare le balene molto vicine alla terraferma. Chi fosse interessato può pagare una gita in barca, che garantisce un incontro con delfini e balene. In caso di mancato incontro, l’operatore restituisce gli importi pagati ai visitatori.

Taupo

Taupo è il nome di un lago che si trova a circa 50 km a nord dei vulcani Tahurangi e Tongariro, l’Isola del Nord. Il lago è stato creato 26.000 anni fa da un supervulcano, in cima al quale è stata creata una caldera piena d’acqua. È il lago più grande della Nuova Zelanda, con un’area di 616 km2. Ci sono bellissime spiagge sabbiose e molte specie di uccelli acquatici vivono qui. La sabbia sulle spiagge è bianca e ci sono molte pietre bianche lisce ovunque. Ma quando li lanci nel lago, scoprirai che la pietra galleggia: è pomice, che è leggera e ha avuto origine qui durante l’attività vulcanica.

La zona del lago è una frequente meta turistica. E non solo per il lago e il nuoto, ci sono altre attrazioni, come l’acqua selvaggia più bella del paese: le cascate Huka e il cratere della luna, che è un’area geometrica attiva, la più grande del paese. Con un piccolo supplemento, i visitatori possono vedere una miscela di vapore e fango caldo che viene espulsa nell’aria. Il terreno viene fumato ovunque. Il percorso del circuito impiegherà circa un’ora.

Rotorua

La città di Rotorua si trova sulle rive del lago omonimo, che si è formato a seguito di eruzioni vulcaniche. È la città più grande della regione, ha il suo aeroporto, grandi centri commerciali, bellissimi parchi e musei, ma è principalmente una spa. Spa progettata per migliorare il sistema muscolo-scheletrico, rilassare i muscoli e alleviare il dolore. La città si trova in un’area che è il centro dell’area vulcanica. Numerose sono le piscine, la cui acqua termale ha una temperatura compresa tra i 33 ei 43 ° C. Ovunque il vapore sale dal terreno e il fango bolle negli stagni. Le manifestazioni geotermiche possono essere osservate in quasi ogni luogo della città.

La spa più grande si trova nei Giardini del Governo, che si trova tra il centro città e la riva del lago. La loro caratteristica dominante è l’edificio della Torre Tudor in cui si trova il Museo di Arte e Storia.

La città ha anche una foresta: 5.500 ettari di foresta, 6 ettari sono piantati con gigantesche sequoie, importate qui nel XX secolo. I visitatori possono passeggiare qui e ammirare sia la foresta che i singoli alberi. Ci sono anche villaggi Maori e spettacoli di cultura Maori.

La città non offre solo passeggiate e shopping, ma sono disponibili varie attività all’aria aperta, tra cui rafting, skyline sotto la funivia, zipline sulla pista locale, bike park e infine si può percorrere il sentiero tra le cime degli alberi. A 30 km dalla città si trovano i laghi Titikapu e Rotokakahi, il lago blu e verde. Titikapu ha un bel colore blu, c’è un grande campo sulla sua riva e ci si può nuotare.

Le spiagge più belle della Nuova Zelanda

90 Mile Beach

Questa spiaggia è la spiaggia più famosa del mondo in Nuova Zelanda. La spiaggia è conosciuta soprattutto per la sua lunghezza ed è meta di surfisti. Si trova all’estremità settentrionale dell’Isola del Nord. L’estremità meridionale della spiaggia si trova vicino al promontorio di Reef Point, che si trova vicino alla città di Kaitaia. La spiaggia è stretta e lunghissima, fiancheggiata da dune, dietro alle quali c’è solo un cespuglio. L’estremità settentrionale della spiaggia è formata da Cape Reinga. Qui è dove tutto finisce, c’è solo l’oceano.

Tunnel Beach

Tunnel Beach è una spiaggia situata a sud-ovest del centro di Dunedin. È ricercato per il suo aspetto: ha scogliere di arenaria scolpite dal mare e archi di roccia. Ha il suo nome perché è raggiungibile tramite un tunnel. I visitatori possono raggiungere il tunnel e la spiaggia da Blackhead Road e poi dal Tunnel Beach Track. Sebbene la spiaggia sia bella e fotogenica, non è molto adatta per nuotare. Nei mesi più caldi la temperatura media a Dunedin è di circa 15 gradi, quindi anche se di giorno fa molto caldo, l’acqua del mare non si riscalda molto.

Piha Beach

Piha Beach si trova sulla costa occidentale a circa 40 km a ovest di Auckland. La sabbia qui è nera - a causa della sua origine vulcanica - e Lion Rock la divide in due parti. La spiaggia è particolarmente apprezzata dai surfisti. Il motivo sono le onde alte, in cui è quasi impossibile nuotare, basta saltare o cavalcare un surf. Pertanto, è anche abbastanza pericoloso e la Guardia Costiera sta e controlla i bagnanti su entrambe le parti della lunga spiaggia. Ha sempre dei punti segnalati dove è possibile entrare in acqua. Quanto ai bagnanti altrove, lo salutano con la mano e fischiano. Lo fanno per evitare che vengano attirati nei vortici inferiori, il che non consentirebbe loro di uscire dall’acqua e di trascinarli in profondità. I visitatori della spiaggia non nuotano molto, ma possono riscaldarsi sdraiati sulla sabbia calda. Per questo motivo non è possibile arrivare in spiaggia senza scarpe, la sabbia calda permetterà ai piedi nudi di fare qualche passo. Ci sono trekking più brevi intorno al villaggio di Piha, che portano i turisti ai panorami circostanti e alla boscaglia, che si estende nell’entroterra. Puoi anche conquistare Lion Rock, dove si trova il totem.

Spiaggia di Wharariki

Wharariki Beach è una spiaggia sabbiosa sulla punta più settentrionale dell’Isola del Sud. I visitatori lo troveranno a ovest di Cape Farewell. Sul retro della spiaggia ci sono dune di sabbia bianca, altrimenti ovunque solo sabbia circondata da rocce. E con la bassa marea, l’acqua crea una superficie riflettente sulla sabbia, dove si possono vedere le sagome delle rocce che si alzano dal mare. Qualcuno le chiama rocce, ufficialmente Isole Archway.

Oltre al nuoto, la probabilità di lunghe passeggiate e l’esplorazione delle rocce e delle loro grotte. Le rocce hanno forme pittoresche, una sembra un elefante perso in mare, l’altra dà l’impressione che sia un involucro di pietra incompiuto di un grande tempio. Con la bassa marea, piccole pozze rimangono nella sabbia e molti visitatori hanno la fortuna di vedere cuccioli di foca giocare insieme mentre gli adulti riposano nelle vicinanze.

Moeraki Boulders Beach

Koekohe Beach si trova sulla costa orientale dell’Isola del Sud, a circa 40 km a nord di Dunedin. È una spiaggia di sabbia “normale”, che differisce dalle altre in quanto è disseminata di gruppi di enormi pietre rotonde (Moeraki Boulders). Le pietre, piuttosto massi, sono larghe fino a due metri e pesano diverse tonnellate. C’è un percorso intorno a loro e poiché è una grande attrazione, ci sono sempre molte persone interessate a fotografarli.

Spiaggia di Papamoa

Le spiagge della città di Papamoa, a circa 10 km a est di Tauranga nella Baia di Plenty, non sono interessanti dal punto di vista del motore di ricerca delle attrazioni. Ma l’errore della passerella! Ci sono una bella spiaggia dopo l’altra in tutta la baia. C’è una bellissima sabbia gialla e fine ovunque, le spiagge sono pulite, non molto larghe e non c’è fretta su nessuna di esse. Il mare è rinfrescante, la temperatura dell’acqua nei mesi estivi è ottimale. Le onde non sono troppo alte, quindi puoi nuotare bene in mare, andare in barca o semplicemente giocare con i bambini. Molte spiagge sono vicine a campeggi e hotel. L’autore di queste righe era molto interessato alla spiaggia di Papamoa. Si trova accanto al campeggio Papamoa Holiday ed è separato dalle case residenziali da un alto pendio e da un prato. Basta guidare fino al parcheggio sopra la spiaggia, scendere alcuni gradini e i visitatori sono proprio sull’acqua.

La montagna più alta della Nuova Zelanda

Mount Cook resp. Aoraki è la montagna più alta della Nuova Zelanda. È alta 3724 metri e si trova nelle Alpi meridionali al centro dell’Isola del Sud. Nelle sue vicinanze ci sono i ghiacciai Tasmanian e Hooker. Si trova nel Parco Nazionale omonimo, dove si trovano più di 100 altre vette, superiori ai 2.000 metri, e molti ghiacciai che coprono il NP del 40%.

Cosa sapere dopo sulla Nuova Zelanda

Sai tutto per in Nuova Zelanda? È ora di scegliere un biglietto.

Scegli un biglietto