Se siete la gente di terra, che è attratta dalle distanze e non sapete scegliere tra l’accessibile Europa o la lontana America, l’Islanda è il posto giusto, dove andarci. L’isola si trova nel mezzo di due placche tettoniche proprio al confine tra l’Oceano Artico e l’Oceano Atlantico, quindi si può dire che sia esattamente nel mezzo. E questo è il vero compromesso.

Informazioni di base

Visto turistico

Visto non richiesto

Da maggio a settembre

Il clima più favorevole è nei mesi estivi.

Fixme, add title

Corona islandese, 100 ISK = € 0,60

Ticket

Quanto costa un biglietto per l'Islanda?

La capitale dell’Islanda

Già all’arrivo nella capitale Reykjavík, vi affascinerà la natura selvaggia e vulcanicamente attiva. Prima dell’atterraggio dell’aereo, guardando i geyser fumanti, le pianure desolate e il paesaggio dall’aspetto apocalittico, penserete di essere alla fine del mondo. Ma è vero il contrario, perché in Islanda vivrete sicuramente più di meno avventure ed esperienze che difficilmente incontrereste altrove.

Reykjavík ha una popolazione di 129.000 abitanti ed è la città più grande e popolata dell’isola. Fino a due terzi dell’intera popolazione dell’isola vive qui. Grazie alla posizione dell’isola, si può godere di una luce continua nei mesi estivi, mentre in inverno sono solo quattro ore di luce al giorno. Grazie alle luminose giornate estive, l’isola è famosa per la sua vita notturna, ha anche una parola speciale per queste notti alcoliche: RUNTUR.

Bandiera dell’Islanda

Croce rossa e bianca a righe, su tela blu: questa è la bandiera dell’isola. Il colore blu dovrebbe simboleggiare il mare e il cielo, mentre il bianco dovrebbe simboleggiare geyser, ghiacciai e neve. Il rapporto dell’Islanda con gli altri paesi scandinavi, in particolare la Danimarca, che l’Islanda governa dal XIV secolo, è illustrato da una croce rossa.

Popolazione dell’Islanda

Gli abitanti della terra del fuoco e del ghiaccio sono discendenti di coloni norvegesi e celti, e all’inizio possono sembrare brontoloni, ma alla fine ti innamorerai della natura islandese, perché le persone qui sono pacifiche e pacifiche. Forse è per questo che gli islandesi vivono fino a un’età molto avanzata (81,1 anni). Un vecchio proverbio islandese dice: “Tutti vogliono vivere a lungo, ma nessuno vuole essere vecchio!” E questa è esattamente la definizione che onora a qualsiasi età nella sua vita tranquilla, e noi europei dovremmo imparare questa abilità da loro.

Nel 2020, 364.000 persone vivono in Islanda, fino al 93% delle quali discendenti di coloni norvegesi e celtici.

Vacanze in Islanda

Come per noi, il 1 ° gennaio cade in un giorno di riposo dopo le celebrazioni del nuovo anno.

A febbraio, gli islandesi celebrano Porrablót: in passato, le persone si incontravano a cena e recitavano poesie in onore del dio Porr. Anche oggi, le persone si riuniscono per cena, ma discutono di tutte le novità della loro vita.

La fine di febbraio all’inizio di marzo sono le festività che precedono il digiuno pasquale, suddivise in tre giorni:

  • Il lunedì è Bolludagur - la vacanza è apprezzata principalmente dai bambini. Secondo la tradizione, ricevono un cosiddetto bollur dai loro genitori, che è una girandola ceca, solo * leggermente più grande e riempita di marmellata o glassa al caramello.
  • Sprengidagur - carnevale ceco. Gli islandesi consumano grandi quantità di montone e come contorno di piselli.
  • E l’ultimo è öskudagur - esce il mercoledì delle ceneri, quando i bambini vanno di casa in casa, cantando e cantando.

Marzo - aprile - Pasqua Páskar - i locali godono principalmente di vacanze di lavoro e trascorrono del tempo con le loro famiglie.

Il primo giovedì dopo il 18 aprile - il primo giorno estivo di Sumardagurinn fyrsti. Il vecchio calendario nordico modificava solo due stagioni. Anche in questo giorno, la gente del posto si gode le vacanze. Si incontrano nelle piazze e nei centri e festeggiano. Consumano principalmente il gelato, perché il tempo è bello.

Il primo fine settimana di giugno: i giorni dei marinai di Sjómannadagurinn. Vari eventi si svolgono, principalmente nei porti, mentre si celebra il mare, fornendo mezzi di sostentamento a molte persone. Mostre, gite in barca, regate veliche, degustazioni di pesce.

17 giugno - Giorno dell’Indipendenza, celebrazione della nascita di Jon Sigurðsson (rappresentante del movimento per l’indipendenza) - Grande festa, grandi celebrazioni nazionali. Le vetrine dei negozi sono decorate con colori islandesi e ritratti ionici. Sfilate, concerti e strade prendono vita.

Gli islandesi usano guardare l’alba e il tramonto principalmente nel giorno più lungo dell’anno, e cioè il 21 giugno. Il sole sorge in questo giorno alle 2:54 e tramonta dopo la mezzanotte alle 00:04. Una giornata ideale per gite nella natura e osservazione di questo fenomeno naturale.

Merchant’s Day - il primo fine settimana di agosto e lunedì (Verslunarmannahelgi) - la giornata era originariamente per i dipendenti in servizio, dovevano riposare. Oggi tutti hanno del tempo libero ei venditori devono andare a lavorare in modo che le persone possano acquistare. Questa vacanza è molto spesso associata al campeggio, ai viaggi nella natura e soprattutto al consumo di alcolici. È più attivamente celebrato soprattutto sulle isole di Vestmannaeyjar.

Il terzo fine settimana di agosto - Menningarnótt (Reykjavik Culture Night) - una vacanza molto ben progettata, quando le strade della capitale si aprono a concerti, bar e caffè. Alcuni locali organizzano persino giornate aperte a casa e invitano i passanti per il cacao e qualcosa di buono. Il tutto si conclude con un grande spettacolo pirotecnico e poi si beve fino al mattino.

1 dicembre - Giorno dell’Indipendenza - una festa ufficiale, tuttavia, le persone lavorano e non festeggiano così tanto.

21 dicembre - il giorno più corto - a Reykjavík il sole sorge alle 11:22, tramonta alle 15:30 - l’asino non è molto, fa già freddo, le persone preferiscono stare dentro e hanno anche molto lavoro da fare prima di Natale.

23 dicembre - Giorno della celebrazione di San láorlák, Þorláksmessa - Porlák era un santo dell’isola, un vescovo, che il 23.12. 1193 morì. I preparativi prenatalizi sono in pieno svolgimento, con negozi aperti fino quasi a mezzanotte.

24 dicembre - Natale, Jól - Il periodo natalizio sembra l’Islanda nel nostro paese. Gli islandesi si riuniscono per la cena, distribuiscono i regali e poi tengono le messe di Natale. Il giorno dopo Natale, è normale fare visita alla famiglia.

31 dicembre - Capodanno, Gamlárskvöld - molto simile al nostro. Oltre alla grande quantità di alcol che si beve questa sera, le persone provano anche una varietà di pirotecnici, che fanno esplodere in grandi quantità a mezzanotte.

Il segno dell’Islanda

Lo stemma dell’Islanda ci mostra la bandiera islandese, circondata da quattro (di solito solo due) portatori di scudo non tradizionali. Queste sono figure mitologiche: toro=protettore del sud-ovest, aquila o grifone = protettore del nord-ovest, drago = protettore del nord-est e gigante o gigante = protettore del sud-est Questo emblema è stato utilizzato dalla data della proclamazione della repubblica, che era il 1944

Valuta dell’Islanda

Sull’isola potete pagare in corone islandesi - króna (ISK).

  • Il valore delle monete - 1, 5, 10, 50, 100 ISK
  • Il valore delle banconote: 500, 1000, 2000, 5000

La cosa più costosa nel paese è l’alcol. Altri prezzi sono paragonabili ad altri paesi scandinavi.

Il denaro potete cambiare presso le banche, non troverete i classici uffici di cambio in Islanda, oppure potete ottenere il denaro prelevando da un bancomat. Comunque con la carta di pagamento, potete pagare quasi ovunque e tutto.

Prezzi in Islanda

I prezzi di solito variano a seconda che voi fatte shopping nella capitale o in periferia. La maggior parte delle cose, dal cibo ai medicinali ai prodotti della farmacia, cercate nei supermercati. I più famosi sono Bónus, Krónan, Samkaup o Nettó. Le piccole imprese come i panifici sono solo nelle città più grandi e non ce ne sono molte. Tuttavia, se lasciate la capitale, dipenderai solo dalle stazioni di servizio. Puoi comprare alcolici principalmente nel negozio statale Vínbuðin. I negozi normalmente aprono fino alle 11:00 circa e chiudono presto, già alle 18:00. Il che, vista la lunga giornata, a volte può creare confusione.

Prezzi approssimativi dei prodotti in Islanda:

  • Birra nel negozio (lattina) - 300-364 ISK / € 1,90-2,30
  • Birra al ristorante 0,5l - 800-990 ISK / € 5,00-6,00
  • Caffè in un bar - 350-450 ISK / € 2,20-2,80
  • Pranzo al ristorante di fascia medio-alta - 3.290-4.900 ISK / € 20,00-30,00
  • Fette di prosciutto - 360 ISK / € 2,20
  • Bagette 185 ISK / € 1,10
CONSIGLI

Da europeo a islandese? Solo attraverso la cucina! Tra le più grandi prelibatezze dell’isola degli elfi ci sono, ovviamente, i frutti di mare. Cerca Omega 3 in quasi tutti i piatti che trovi su un piatto al ristorante. Dopo il Giappone, l’Islanda è il secondo paese con il maggior consumo di pesce. Ma fai attenzione alla prelibatezza più popolare dell’Islanda. Se vedi nel menu che servono “Hárakl”, pensaci due volte se provare cose nuove ti porterà sempre solo qualcosa di buono. È uno squalo profondamente fermentato. Non troverai questa prelibatezza in nessun’altra parte del mondo e non la dimenticherai proprio così. La carne dello squalo dalla testa piccola ha un odore molto pungente. Lo squalo dalla testa piccola è il pesce più settentrionale e, affinché il suo corpo possa far fronte alle basse temperature, è saturo di sostanze azotate e queste sono più tossiche. La carne deve essere prima tagliata a fette sottili di 30 cm, inserite in una buca di ghiaia e caricate con pietre pesanti che spingono il succo tossico fuori dalla carne. E per tutte le 6 - 12 settimane la carne si decompone lentamente sottoterra e per altri 4 - 5 mesi viene essiccata appesa in un luogo asciutto. E la ricompensa per diversi mesi di fatica è la carne pungente, con un pizzico di pesce, che si consuma con uno stuzzicadenti e si beve con acquavite di cumino.

Fatti interessanti sull’Islanda

In questa terra di contrasti non mancano esperienze adrenaliniche, suggestioni romantiche ed eventi culturali. Le anime romantiche si divertiranno a guardare l’aurora boreale, o aurora boreale, dal nome della dea romana dell’alba. È necessario riservare almeno una settimana a questo fenomeno solare. La notte deve essere limpida e l’attività del sole abbastanza forte, ma questa straordinaria esperienza ha superato anche l’immaginazione più selvaggia di viaggiatori esperti, che hanno descritto il bagliore come il momento più forte della loro vita. Questo fenomeno, il più delle volte causato dall’attività solare e dal campo magnetico terrestre, può essere osservato nella parte settentrionale dell’isola.

Molte altre esperienze attendono gli avventurieri in Islanda. I più popolari sono il rafting e il kayak in discesa in Islanda. Dove altro puoi vedere tutte le fasi dello sviluppo del pianeta in un giorno. Come risultato del tempo mutevole, ti ritroverai in un paesaggio completamente diverso dopo ogni risveglio rispetto a quello in cui sei andato a letto il giorno prima. L’onnipresente odore di zolfo contribuisce anche all’esperienza adrenalinica, ricordandoti che dopo una faticosa discesa ti aspetta un caldo geyser naturale, che rilassa nuovamente i tuoi muscoli e ti regalerà un po ‘della longevità degli abitanti. Insieme a innumerevoli cascate, i geyser caldi sono un altro fenomeno unico da cui non distoglierai gli occhi. Strokkir Geyser sputa un flusso d’acqua fino a un’altezza di 30 metri, ma se stai cercando un vero gigante tra i geyser, visita il Great Geyser, che ha chiamato tutti i geyser del mondo e può raggiungere il suo flusso d’acqua zampillante fino a 80 metri.

Una volta che hai i denti pieni di adrenalina, lascia la guida della barca più esperta e naviga ulteriormente in mare aperto. La ricompensa sarà sicuramente una piccola balena, che pigramente circonda la tua barca più volte e saluta le pinne caudali. Sì, stiamo parlando delle balene e della loro osservazione in natura. Puoi cancellare un’altra esperienza che non avresti mai pensato potesse accaderti.

Contatti importanti

Dove chiamare in caso di emergenza in Islanda?

Linea di emergenza: 112 (polizia, vigili del fuoco, assistenza medica)

Pronto soccorso: + 354-525-1000

Polizia: 114

Vigili del fuoco: 112

Il prefisso telefonico per l’Islanda è +354.

Contatti presso l’Ambasciata della Repubblica Italiana in Islanda: l’Ambasciata Italiana competente per Islanda, si trova in Norvegia :

Indirizzo:

Ambasciata d'Italia ad Oslo
Inkognitogaten 7
0244 Oslo, Norvegia

Telefono: (+47) 23 08 49 00

E-mail: ambasciata.oslo@esteri.itindirizzo

Ulteriori contatti possono essere trovati sul sito https://ambcolombo.esteri.it/ambasciata_colombo/it/

Cosa sapere dopo sull'Islanda

Sai tutto per in Islanda? È ora di scegliere un biglietto.

Scegli un biglietto